Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

Linda Campisi

Nutrizionista

DALLA SCIENZA ALLA TAVOLA PER...

Aiutiare i nostri pazienti ad ogni passo, fornendo servizi utili per ogni loro esigenza. Leggi qui di seguito per scoprire la nostra gamma di servizi. Siamo in continua crescita ed espandiamo costantemente la nostra offerta di servizi. Se hai qualcosa in mente che ancora non offriamo, faccelo sapere.

Età pediatrica (infanzia e adolescenza)

Le norme nutrizionali più appropriate, quelle che formeranno la base degli stili alimentari dell'adulto, si apprendono durante l'infanzia e, in particolare, nei primi due anni di vita. E’ questo il momento migliore per impostare una corretta alimentazione.

Intrattenimento baby

Gravidanza e allattamento

"La gravidanza è una delicata condizione durante la quale la salute di un individuo dipende strettamente da quella di un altro".

​Un buon stato nutrizionale della madre nelle settimane precedenti al concepimento, durante la gravidanza ed in seguito durante l’allattamento, sono condizioni essenziali per la prevenzione di una serie di patologie neonatali.

Menopausa e Pre - menopausa

La mancanza di estrogeni cui la donna è soggetta in menopausa è responsabile di alcune modificazioni dell’organismo.

Con l’arrivo e dopo la menopausa, il metabolismo rallenta e si assiste a una riduzione fisiologica del fabbisogno di energia. Pertanto, soprattutto in menopausa e in post menopausa, è importante praticare una regolare attività fisica e adottare un’ alimentazione sana ed equilibrata, che rispetti il fabbisogno energetico della donna senza compromettere il fabbisogno energetico

Età senile

In entrambi i sessi, le modificazioni della composizione corporea, che tendono all’aumento dell’adiposità e alla diminuzione della massa corporea, richiedono una adeguamento delle quantità di cibo proporzionato alla riduzione del fabbisogno energetico "Kcal". Nell’anziano sano, assicurano gli specialisti, non vi sono indicazioni all’eliminazioni di particolari cibi, ma invece aumentano i rischi per le persone con difficoltà all’acquisto e alla preparazione dei cibi che potrebbero seguire una alimentazione monotona e carente di nutrienti essenziali, con ricadute sullo stato generale di salute.

Alimentazione per sportivi

Lo sport aiuta a migliorare il fisico e la mente, ma non è sempre facile apportare adeguatamente i corretti componenti nutritivi necessari all’attività.

Esistono tantissimi tipi di sport: di squadra, singoli, di potenza, resistenza, e molti altri ancora. Vista la diversità, è importante capire che ognuna di queste tipologie richiede un corretto approccio nutrizionale per massimizzare le prestazioni.

Dieta chetogenica 

Nutrizione tradizionale

  pesonalizzata.

Dieta chetogenica 

Nutrizione integrata

 in collaborazione con Pentadiet.

Dieta vegana e vegetariana

La dieta vegetariana, per definizione, esclude il consumo di tutti i tipi di carne (da suini, bovini, ovini, pollame, volatili da cortile, selvaggina, pesci e mammiferi acquatici, molluschi, crostacei ecc.). Sono ovviamente esclusi anche tutti i prodotti di trasformazione industriale delle carni (insaccati, paté, sushi).

Ci sono diverse motivazioni che spingono alcune persone a scegliere uno stile alimentare vegetariano e queste variano da motivi etici, a religiosi a salutistici ad ambientali.

Disturbi alimentari

Al giorno d’oggi sempre più persone sono affette dai disturbi del comportamento alimentare. La strumentalizzazione del corpo femminile e la nostra società consumista e orientata all’immagine ci porta ad adottare come modelli di un corpo perfetto quelli di una magrezza eccessiva. Spesso le persone che soffrono di questi disturbi, sentono il bisogno di comunicare la propria sofferenza e sperano che il loro grido d’aiuto raggiunga qualcuno.

Intolleranze e allergie alimentari

Sempre più spesso sentiamo parlare di intolleranza, ma cosa s’intende esattamente con questo termine?

Per intolleranza alimentare si intende una reazione avversa ad un alimento.

È un fenomeno distinto dalle allergie alimentari, le quali consistono in una reazione immunitaria dell’organismo a uno specifico componente (di solito una proteina) contenuto in un alimento.

Le reazioni avverse agli alimenti possono essere le più svariate e possono provocare diversi disturbi come quelli:

Intestinali = dolori addominali, gonfiore, stitichezza, diarrea

Disturbi neurologici = cefalee, vertigini, stanchezza

Dermatologici = eczema, prurito, orticaria, psoriasi, acne

Respiratori = rinite, sinusite, asma

L’intolleranza può essere enzimatica ovvero dovuta ad un deficit di enzimi coinvolti nella digestione, o una intolleranza non definita ovvero riconoscibile solo dai sintomi.

0